Le batterie degli smartphone durano troppo poco. Nonostante i Top Smartphone in commercio presentino dei processori sempre più potenti, hanno una carica che, nei migliori dei casi, copre le 24h. Eppure, in futuro, potrà essere sufficiente ricaricare le batterie dei device solamente poche volte all’anno. Il merito di questo possibile scenario va a due ricercatori americani, i quali hanno sviluppato un “composto multiferroico magnelettronico” che, rispetto ai materiali dei chip oggi, aumenterà la durata della batteria fino a 100 volte. Infatti, l’inefficienza energetica degli smartphone attuali è principalmente da ricondurre ai materiali utilizzati nei processori. Al momento la struttura dei processori si basa sui semiconduttori, che necessitano di moltissima energia. il mercato degli smartphone oggi è incentrato sull’utilizzo di processori sempre più performanti ma è a sua volta sempre più condizionato dai limiti delle batterie. Questo studio americano è fondamentale in quanto potrebbe essere rivoluzionario. In futuro potrebbero esserci device che dovremo caricare solo una volta ogni tre mesi circa.