L’Italia risulta essere uno dei paesi più virtuosi d’Europa per quanto riguarda il riciclo del vetro. I dati, relativi al 2020, registrano un risultato che va ben oltre gli obiettivi dalla Commissione Europea per il 2030. Un riciclo del  78,6% del totale vetro utilizzato. I dati divulgati di CoReVe mostrano un tasso di raccolta differente, è possibile notare un tasso più basso nelle regioni del centro-sud italiano. Oltre a migliorare le percentuali di raccolta del vetro nelle regioni italiane del centro-sud, sarà fondamentale anche migliorare la qualità dei materiali che finiscono nelle campane per la raccolta del vetro. Infatti, sono ancora possibili grandi margini di miglioramento. Grazie all’impiego di materiale riciclato, si è registrato un risparmio di energia equivalente a 2,5 milioni di barili di petrolio solo nel 2020. Tale cifra corrisponde a circa 385 milioni di m3 di gas metano, ovvero quanto consumano annualmente le famiglie di una città di 1,5 milioni di abitanti. Anche la qualità dell’aria ha beneficiato del riciclo del vetro. Il riciclo del vetro ha portato anche benefici economici. I comuni hanno ricavato €86 mln per il conferimento del vetro e €320 mln sono stati accantonati grazie al mancato costo per lo smaltimento in discarica.