L’evoluzione delle telecomunicazioni mobili è passata attraverso le SIM card, strumenti che hanno reso i nostri cellulari in grado di collegarsi alle reti mobili. Negli anni però, questi dispositivi hanno subito tante trasformazioni nella forma e grandezza, fino all’abbandono della versione fisica. La novità attuale risiede in quelle che vengono chiamate iSIM, ma cosa sono le iSIM e quali sono i vantaggi di questa nuova tecnologia in grado di rendere connessi sempre più dispositivi?

Cosa sono le iSIM?

L’obiettivo dell’iSIM è quello di superare appunto la forma fisica delle SIM card, andando inserire tutte le funzionalità delle stesse all’interno del processore dei device. In futuro, grazie alle iSIM, l’accesso ai servizi di rete sarà un’operazione sempre più facile.

Non bisogna però accomunare il nuovo progetto iSIM con le già conosciuto eSIM. Quali sono quindi le differenze fra queste due tecnologie?

L’obiettivo è lo stesso: superare la forma fisica delle SIM card. Però, la tecnologia iSIM ha le infrastrutture di rete direttamente nel processore, senza il bisogno di un secondo chip.

I vantaggi si traducono in:

  • Ottimizzazione degli spazi.
  • Maggiore efficienza e minori consumi.
  • Implementazione facilitata.
  • Sicurezza maggiore per l’accesso ai servizi di rete.

Le iSIM sono un ulteriore dimostrazione di quanto importanti siano gli investimenti nell’architettura di rete. Sempre più terminali saranno in grado quindi di diventare interconnessi, con costi sempre minori e un’efficienza sempre maggiore.