Negli ultimi anni i pannelli solari sono diventati più accessibili, guidando la transizione ecologica verso le energie rinnovabili. Questa tecnologia ha però un limite, ovvero quello di generare energia solo di giorno grazie alla luce del sole. E se i pannelli riuscissero a generare energia anche di notte?

Grazie a dei nuovi pannelli solari, sviluppati da un team di ingegneri australiani, sarà possibile produrre energia rinnovabile continua sia di giorno che di notte.

Ogni corpo più caldo dello zero assoluto traferisce energia sotto forma di radiazioni infrarosse.
Nelle notti limpide, senza nuvole che riflettono le luci infrarosse verso la Terra, la superficie di un pannello solare è più fredda di qualche grado rispetto all’aria circostante. L’idea del team di ricerca è quella di sfruttare questa differenza di temperatura per accumulare tutta l’energia che viene rilasciata. Per farlo ci si serve di un apparecchio chiamato generatore termoelettrico.

Questo metodo sfrutta una fonte di energia rinnovabile trascurata. La Terra riceve riflette circa il 30% dell’energia ricevuta dal sole nello spazio. In una notte, il team di ingegner è riuscito a generare circa 50 mW per metro quadro. Con alcune migliorie, il dispositivo potrebbe generare anche il doppio della potenza. Il team di ricerca sta ancora lavorando per migliorare la nuova tecnologia in modo da aumentare la quantità di energia prodotta durante la notte.