Oggi sempre più teenager si fanno strada nel mondo delle startup e dell’imprenditoria con idee innovative e, in molti casi, essenziali per il mondo. Molti tra questi quando hanno iniziato i loro progetti frequentavano ancora la scuola e oggi stanno intraprendendo la loro carriera lavorativa. Abbiamo raggruppato alcune tra le più sorprendenti idee che risolvono alcuni tra i problemi più tenaci e che potrebbero portare un beneficio al mondo.

Ecco tre invenzioni innovative di teenager che potrebbero cambiarci la vita!

Eliminare i punti ciechi alla guida.

Alaina Gassler, una studentessa quattordicenne di West Grove (Pennsylvania) si è aggiudicata il primo premio alla Broadcom Masters Competition per gli studenti delle medie consistente in 25.000 dollari. La giovane studentessa ha messo a punto un sistema per eliminare i punti ciechi alla guida.

I montanti anteriori della macchina forniscono maggiore protezione in caso di incidente, al contempo però, le loro dimensioni creano dei punti ciechi rispetto alla posizione del conducente. Alaina ha utilizzato una webcam, un proiettore, un adattatore realizzato con la tecnica della stampa 3D e un tessuto retroriflettente per rendere ‘invisibili’ i montanti anteriori di un’auto mostrando la visuale che c’è dietro al punto cieco.

“Dopo aver fatto alcune ricerche ho scoperto che negli Stati Uniti ci sono più di 840.000 incidenti stradali relativi a punti ciechi all’anno, il che ha reso questo progetto significativamente più importante per me”, ha dichiarato Alaina alla Cnn.

EVA, prevenire un tumore al seno.

“Quando avevo 13 anni, a mia madre fu diagnosticato per la seconda volta un tumore al seno. La diagnosi è arrivata troppo tardi e mia madre ha perso entrambi i seni e quasi la sua vita”. Questa è la storia del diciottenne messicano Julián Ríos Cantú, ceo e co-fondatore di Higia Technologies.

Questa sua terribile esperienza ha ispirato il giovane a sviluppare EVA, un reggiseno che rileva le fasi iniziali del tumore al seno attraverso a dei sensori tattili che mappano la superficie del seno monitorandone la consistenza, il colore e la temperatura.

Il dispositivo, nato alcuni anni fa, ha vinto il primo premio del Global Student Entrepreneur Awards in cui hanno partecipato 56 studenti imprenditori provenienti da 56 paesi, ed è acquistabile online sul sito ufficiale di Eva Tech.

BEACON, produrre elettricità dalle correnti marine.

Hannah Herbst a 14 anni ha iniziato a progettare una turbina in grado di generare elettricità dalle correnti marine.
La ragazza, membro della comunità cristiana, in un programma che mette i bambini americani in contatto con bambini di paesi sottosviluppati, ha incontrato Ruth, dall’Eritrea, il suo amico di penna.

“Quando Ruth mi ha detto che l’elettricità non era accessibile nella sua città ho pensato che avrei dovuto fare qualcosa”, ha dichiarato la ragazza. Hannah si avvicina a un programma di ingegneria scoprendo che c’erano navi che si muovevano con l’energia prodotta dall’acqua. “Se funziona con le navi perché non applicare gli stessi principi per creare elettricità nella città costiera di Ruth?” penso Hannah. Così nasce “Beacon”, una turbina che trasforma l’energia delle correnti marine in elettricità attraverso un generatore.