Consulenza e strategia di Impresa

La Cina rende illegali le valute virtuali: il cripto-renminbi, la criptovaluta nazionale cinese

Tutte le transazioni in valuta digitale sono da considerarsi illegali per la banca centrale della Cina: “Le valute virtuali non hanno corso legale”. Difficile fraintendere le parole della banca centrale cinese. L’entrata nel mercato delle criptovalute smuove un settore cresciuto di 150 milioni di dollari solo nel 2021. Per chi effettua transazioni in criptovalute si prospetta addirittura una responsabilità di tipo penale, al fine di fermare speculazione, attività criminali, raccolte di fondi illegali, riciclaggio.

Nonostante si sia resa protagonista di affossamento del mercato nazionale delle criptovalute, la Banca Centrale di Beijing avanza lo sviluppo di una moneta ufficiale digitale. Nella stessa direzione si è mossa anche la Bce.

Il cripto-renminbi (la criptovaluta cinese) potrebbe arrivare entro le Olimpiadi invernali, nel 2022.

Back to top button