news

Italiani sempre più colpiti dai fenomeni di cybercrime

In Italia, nell’ultimo anno, sono stati lanciati oltre 1 milione di avvisi per la compromissione di dati, un aumento del 56,3% rispetto all’anno precedente. Gli avvisi hanno particolarmente riguardato dati in riscatto o liberamente distribuiti nel Dark Web.

Analizzando i dati, gli elementi che più spesso si trovano in vendita nel Dark Web sono password, indirizzi mail, numeri di telefono e abbinamenti nome/cognome.

Sul dark web circola un’enorme quantità di dati di ignari che corrono il rischio di subire furti d’identità e truffe online. Il livello di sensibilità e consapevolezza di ampie fasce di popolazione è ancora basso e non vengono adottate forme di protezione anche minime, quali adottare password complesse e uniche per ogni servizio.

Una conferma della poca dimestichezza in tema di sicurezza informatica arriva dall’analisi delle password rubate, quelle più comuni in Italia sono composte da nomi maschili come “Andrea”, “Giuseppe” o “Francesco” e nomi di squadre di calcio quali “Juventus” o “Napoli”. A livello mondiale, invece, la classifica delle password “più rubate” è composta da variazioni di sequenze numeriche da 1 a 9 e banalità come “qwerty”, “qwerty123” e “password”.

Guardando al tipo di sito che più spesso compare negli elenchi di credenziali rubate, risulta che ben il 46% arriva da servizi di intrattenimento come gli e-sport. Questi dati rappresentano una miniera d’oro per i pirati che possono rivendere le credenziali degli account di gaming meglio strutturati o avanzati a giocatori che vogliono “prendere un scorciatoia” per arrivare ai livelli più alti.

Un fenomeno da non sottovalutare è quello del furto delle credenziali dei social media: ben il 13,7% del totale. In questo caso, i criminali possono cambiare le password per “chiuderci fuori” dal nostro profilo e chiedere un riscatto per restituirlo, oppure sfruttare le informazioni contenute per organizzare frodi contattando i nostri amici fingendo di essere noi.

Back to top button